Carrello 0
1.

Mimmo Cattarinich

Raccolta di 12 fotografie originali d’epoca realizzate sul set della Medea di Pasolini con Maria Callas in Cappadocia nel 1969

s.l., s.e., 1969

Insieme composto da 12 fotografie originali, silver print, cm 27 x 39,5 ca. Stampa vintage. 1969. Al verso annotazioni manoscritte (Pier Paolo Pasolini, Medea, luglio 1969), ritagli di stampa. Su alcune foto compare il timbro del fotografo: Photographed by Mimmo Cattarinich. Pasolini girò “Medea” ambientando le scene tra Turchia, Siria e Grado e chiamando Maria Callas a interpretare la protagonista. Questi dodici scatti di Mimmo Cattarinich raccontano alcuni momenti della lavorazione del film fermando quel rapporto di complicità e di affetto che si creò tra Pasolini e la cantante. Proprio il regista, parlando in seguito di questa produzione, ebbe modo di dire: “Ho pensato subito a Medea sapendo che il personaggio sarebbe stato lei. Delle volte scrivo la sceneggiatura senza sapere chi sarà l’attore. In questo caso sapevo che sarebbe stata lei, e quindi ho sempre calibrato la mia sceneggiatura in funzione della Callas. […] Cioè, questa barbarie che è sprofondata dentro di lei, che viene fuori nei suoi occhi, nei suoi lineamenti, ma non si manifesta direttamente, anzi, la superficie è quasi levigata, insomma i dieci anni passati a Corinto sarebbero un po’ la vita della Callas. Lei viene fuori da un mondo contadino, greco agrario, e poi si è educata per una civiltà borghese. Quindi in un certo senso ho cercato di concentrare nel suo personaggio quello che è lei, nella sua totalità complessa”. Mimmo Cattarinich, importante fotografo di scena, incrociò Pasolini sul set di due film: ‘Medea’ e ‘I racconti di Canterbury’ superando ampiamente i limiti del mero lavoro di documentazione delle fasi del film. Come è stato scritto in occasione della mostra ‘La magia della luce. Mimmo Cattarinich fotografo di Pasolini’, tenutasi nel 2011 presso il Centro Studi P.P. Pasolini di Casarsa, “le foto di Cattarinich restituiscono frammenti straordinari che vanno ben oltre i limiti ristretti del dossier fotografico, connaturato al mestiere e funzionale alla promozione post-produttiva del film, e invece sanno catturare e fissare momenti di verità umana, corpi e volti di espressiva plasticità, squarci di paesaggi decantati da sensibilità pittorica, atmosfere di set in pausa chiassosa e festosa…”.

SKU: 32 n.539

6.000,00 €

Condividi:
Email this to someone Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Share on LinkedIn
Product ID: 98506 COD: 32 n.539. Etichetta .

Fai subito una domanda su questo articolo