Carrello 0
4.

Atanagio Cavalli

Lettere meteorologiche romane. Tomo primo [e unico]

Roma, Stamperia Pagliarini, 1785

In 8 (cm 14 x 21,5), pp. 308 + (1) di errata + (1 bianca) con 2 tavole fuori testo ripiegate incise all’acquaforte di cui la prima raffigurante la Specola Caetani e la seconda alcuni strumenti di misurazione. Gora al margine interno della prima carta bianca di sguardia e del frontespizio. Legatura in piena pelle coeva. Edizione originale di questo primo, e unico, volume pubblicato comprendente 13 lettere di Atanasio Cavalli (Atanagio la dicitura al frontespizio), uno dei direttori della Specola astro-meteorologica fondata a Roma dal Duca Caetani di Sermoneta, indirizzate a diversi destinatari (Francesco Caetani, Eusebio Veiga, il conte Balbi dell’Accademia Reale di Torino, l’abate Eandi, Fabrizio Ruffo, e altri) su varie questioni di meteorologia. Considerata la maggiore opera dell’A., sintesi dei suoi studi e della sua attività, descrive gli strumenti da lui inventati o perfezionati, combatte le critiche ad essi mosse, discute del modo in cui si eseguono le osservazioni, dell’origine ed altezza dell’atmosfera, parla della meteorologia romana, e specialmente dei venti, riservando ad un secondo volume, che però non vide la luce, lo studio delle nubi, delle precipitazioni, dei fenomeni elettrici e magnetici, e dei terremoti. Nella prima lettera descrive la formazione di un Osservatorio meteorologico, nella seconda il croniometro di Landriani, e poi il barometro, l’igrometro e il termometro. Cavalli fu autore anche di un poemetto sul Vesuvio (Milano, 1769). Lastri, Bibiothca georgica, p. 34. Ronalds-Frost, p. 100. Sotheran, 6668.

SKU: 55 n.1852

700,00 €

Condividi:
Email this to someone Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Share on LinkedIn
Product ID: 108568 COD: 55 n.1852. Etichette: , , .

Fai subito una domanda su questo articolo