Carrello 0
4.

Cesare Pavese

Lavorare stanca

Firenze, Edizioni di Solaria, 1936

In 8, cm 16,3 x 22,4, pp. 104 + (4). Brossura editoriale con restauro professionale al dorso. Edizione originale di notevole freschezza dell’opera prima di Cesare Pavese. Edizione di 180 esemplari numerati di cui i primi 30 su carta doppio guinea più una tiratura destinata alla vendita (di cui fa parte questo esemplare). ‘Lavorare’ è divenuto uno dei libri più celebrati del novecento italiano, oltre che per l’oggettiva rarità dell’edizione, anche per le vicende editoriali che accompagnarono l’uscita del libro. Questa prima edizione, curata da Alberto Carrocci, raccoglie 45 poesie, scritte a partire dal 1930 (Mari del Sud). Si tratta peraltro dell’ultimo titolo pubblicato dalle edizioni di Solaria, rivista che aveva già cessato le pubblicazioni nel 1934. Il libro fu pubblicato mentre Pavese si trovava già relegato al confino a Brancaleone Calabro in quanto direttore della rivista ‘La Cultura’. Delle 41 poesie consegnate all’editore, quattro saranno censurate per motivi politici e saranno sostituite da altre otto liriche. Solo nel 1943 verrà poi pubblicata, presso Einaudi, una seconda edizione che raccoglieva settanta poesie con una nuova suddivisione in sei parti e l’aggiunta di un’appendice che comprendeva due studi: ‘A proposito di certe poesie non ancora scritte’ e ‘Il mestiere di poeta’. L’opera che rappresenta, al momento della sua uscita, un caso praticamente unico di poesia anti-ermetica, non avrà particolare successo, cosa che accadde anche con l’edizione del ’43, pubblicata peraltro in pieno periodo bellico, mentre verrà decisamente rivalutata dopo la morte del suo autore. Gambetti, in: “Preziosi del novecento”, Alai 3, Rivista…, p. 21. Gambetti-Vezzosi, p. 660.

SKU: 29 n.4639

2.500,00 €

Condividi:
Email this to someone Share on Facebook Tweet about this on Twitter Share on Google+ Share on LinkedIn
Product ID: 98845 COD: 29 n.4639. Etichette: , .

Fai subito una domanda su questo articolo